Il pranzo di Natale

Lo confesso, questo periodo è per me un poco travagliato, complici alcune situazioni non particolarmente esaltanti e qualche ricordo della mia disavventura d’inizio ottobre … Rassicuratevi comunque che non vi tedierò con l’elenco dei miei malanni o delle mie preoccupazioni anzi, vorrei utilizzare questo post per farvi gli auguri, miei e di MadeinBrescia,  e rendervi partecipi di una mia veloce incursione tra i menu natalizi proposti da alcuni ristoranti bresciani. Di tre riporto l’intera composizione, di altri alcune proposte per scrivere con il vostro aiuto, qui sta la parte più interessante, una sorta di “compendio” del pranzo di Natale nella nostra provincia. Siete di conseguenza tutti invitati a riportare di seguito commenti, ricette, ricordi, menu interi o a inserirli nella sezione “Discussioni” sulla nostra pagina facebook.

Lo Scultore - Brescia

Iniziamo con alcuni punti comuni emersi nella ricerca, appare quasi una costante la presenza, come portata di carne principale, del Cappone. Identificato con la sua provenienza, ” Quel cappone nostrano di Alberto Lazzari da Ostiano” – La Madia di Brione, o con l’evento, “Cappone di Natale” – Miramonti l’Altro, classicamente reinventato, “Cappone disossato ripieno alla bresciana, cappone senz’ali, la nostra mostarda di mandarino” – Lo Scultore o, almeno apparentemente, ancor più classicamente proposto ” Cappone al forno, carciofi, sugo di arrosto (menu Osteria), Cappone arrostito tartufato, crema di patate (menu Ristorante)” – Dispensa Vini e Pane, e per chiudere nella creativa ” Rollatina di Cappone con castagne e porcini” – Scarlatto, il volatile delle feste per eccellenza pare battere ogni concorrente. Del resto nei ricettari bresciani è l’unico ad apparire, interessante la ricetta ottocentesca del “Cappone allesso con pieno di noci”riportata dal Pellizzari, mentre latitano tacchini e  tacchinelle. Citazione d’obbligo a questo punto per i vari “Capponi senza ali, senza cosce, capunsei” che vedono foglie di verza nel periodo invernale, di coste altrimenti, ad avvolgere il classico ripieno di magro bresciano.

Scarlatto - Brescia

Per i primi grande tripudio di paste asciutte ripiene, che nel contenuto o nel condimento “marcano” il particolare periodo come nel “Raviolo di grano monococco spinaci e puina, ragout di cotechino e lenticchie” o nel “Tortello al doppio tuorlo ripieno al cotechino su passata di lenticchie” rispettivamente Scultore e Scarlatto, ma non mancano casoncelli e zucca … “Casoncelli con ripieno di zucca saltati nello stracotto di asino” e “Casoncelli al modo di Barbariga con crema di zucca, amaretto e mostarda senapata”, Madia e Miramonti l’Altro. Non mancano i risotti per chi preferisce il riso alla pasta: “Risotto mantecato con zucca e rosmarino” – Carlo Magno, “Risotto al radicchio rosso tardivo e fonduta al gorgonzola dolce” – Artigliere, ancora Dispensa Vini e Pane, Madia e Scarlatto con “Risotto al Franciacorta DOCG”, “Risotto di verza e Nostrano Valtrompia d’alpeggio, al profumo di caffè” e ” Risotto pere Martin Sec, Sauternes e Foie Gras”. Di fronte a tanta abbondanza, sottovoce, ricordo il “Riso alla pitocca” poco conosciuto piatto della nostra bassa.

La Madia - Brione

Balzo conclusivo in questo itinerario senza ordine costituito per celebrare il trionfo di sua maestà il Panettone, e appare, in molti casi esplicitata, la voglia di proporre qualcosa di assolutamente artigianale, sia realizzandolo in proprio che rivolgendosi a fornitori “certificati”. Così passiamo dal “Panettone artigianale Dispensa gelato agli agrumi o salsa all’arancia” per il menu del locale di Vittorio Fusari al ” Panettoncino bio fatto da noi” di Michele Valotti della Madia, passando da ” Zuppa inglese di panettone di Maurizio Sarioli marroni glassati e arancia candita” per Federico Bellagente, Lo Scultore e da “Semifreddo al torrone, panettone classico e salsa al pistacchio” nella proposta di Davide Botta dell’Artigliere. Last but not least e un poco misterioso  l'”…omaggio al Panettone…” di Raffaele Mor dello Scarlatto. Inutile dire che questo dolce natalizio non appare nei testi culinari bresciani, da loro potremmo attingere alternative, ma probabilmente poco augurali, proposte come un Bossolà da servirsi con la Mosa o il Brodo di Giuggiole …

Buon Natale!

3 commenti Aggiungi il tuo

  1. Pablo ha detto:

    Solo una precisazione
    ” Quel cappone nostrano di Alberto Lazzari da Ostiano” si riferisce senza dubbi alla provenienza del cappone, ma il “quel” è una simpatica frecciatina ad Alberto Lazzari, maestro macellaio e fonte inesauribile di aneddoti e arguzie.

    Michele, come quali sono state le reazioni di Alberto alla citazione nel menù di Natale?

    Buone Feste anche a voi tutti!

  2. Carlos Mac Adden ha detto:

    Caro “Pablo” nel ricambiare di cuore i tuoi auguri te ne invio uno in particolare: che tu continui a inviare su queste pagine i tuoi commenti, le tue precisazioni e opinioni. Sono un piacevolissimo contributo al discorso sul “buono” del nostro territorio.

  3. Carlos Mac Adden ha detto:

    Prima che qualcuno lo pensi, tengo a ribadire che quello sopra riportato è un brevissimo excursus delle proposte di alcuni ristoranti e trattorie bresciane per il pranzo di Natale e non vuole certamente essere graduatoria o tantomeno unica lista possibile, vero è che non appaiono locali dove non mi sognerei di andare … A proposito di Cappone aggiungo tra i piatti citati quello di Stefano Cerveni nel suo menu dedicato: “Cappone allo Spiedo, Castagne e Tartufo Nero” – Due Colombe Ristorante al Borgo Antico e per i primi, complice mia nonna che sia pure di Leno -questa pasta ripiena sa di Romagnolo e Marchigiano, non certo di Bresciano – li faceva, i “Cappelletti di Pasta Fresca al San Daniele nel Brodo di Cappone” …

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...