Dovere di cronaca: Michelin 2013 – le stelle bresciane

Rimando al post dello scorso anno per qualche informazione sulla celebre “rossa” e mi limito a riportare l’elenco degli “stellati” nella nostra provincia. Quanto meno Michelin è in linea con le altre guide da me riportate nel collocare al primo posto – unico locale con 2 stelle – il Miramonti l’Altro di Costoro di Concesio….

Osterie d’Italia guida 2013: Brescia e provincia

Niente voti  per questa guida attenta a un patrimonio forse unico al mondo, e come tutte le cose uniche minacciato dall’omologazione, dalla fretta, da priorità lontanissime al suo spirito. Niente voti, per alcuni versi una boccata d’ossigeno per chi è stanco di classifiche e primati. Una serie di simboli tra cui spicca la chiocciolina, naturalmente assegnata…

La Guida del Gambero Rosso 2013: Brescia e provincia

Punteggi in centesimi e forchette, scala e simboli utilizzati per questa guida – da 90 a 100/100 tre forchette, due da 80 a 89/100, una da 75 a 79/100 – che con quella dell’Espresso costituisce, a mio avviso, il binomio di riferimento per la nostra provincia. Più categorie poi, che aiutano a meglio definire il…

Guida Espresso 2013: Brescia e provincia

Iniziamo dall’alto, ricordando che questa guida esprime in ventesimi il punteggio assegnato e prevede per i migliori locali l’assegnazione di un simbolo dedicato: due “cappelli” da cuoco sino a 16,5/20 e un “cappello” sino ai 15/20. L’inossidabile Miramonti l’Altro di Concesio, fraz. Costoro,  riconferma la posizione dell’anno scorso, e il primo posto nell’intera provincia, con…

Brescia nelle Guide 2013

Mi chiedo se veramente l’attesa per l’uscita delle guide alla ristorazione italiana sia fenomeno in declino. Parrebbe di sì, a giudicare dai commenti di alcuni degli addetti ai lavori – i ristoratori tanto per intenderci – sempre più improntati ad una certa disaffezione, si lo ammetto è frase molto “political correctness”, parrebbe di no leggendo quanto spazio…

foodies, ma cos’è questa guida?

Ha poco più di un mese questa “guida non-guida” come viene definita da Lidia Mantovano, suo curatore, e raccoglie, per i tipi del Gambero Rosso, oltre mille indirizzi di luoghi “dove il cibo è piacere e passione”. La nota introduttiva ci spiega innanzitutto cos’è un “foodie”, evoluzione del gourmet di classica impostazione, meno rigido, più…

La ristorazione bresciana vista dalla guida Michelin 2012

Mi precede giusto di un soffio la prima edizione italiana della guida Michelin, correva l’anno 1956 e la corazzata francese già forte di mezzo secolo di storia faceva il suo ingresso nel nostro paese. Piaccia o non piaccia la “rossa”, come viene familiarmente chiamata, resta il riferimento internazionale per i viaggiatori gourmet, ma, esaurite le…