This is not a review, not a review, I know*

(*Omaggio ai Public Image Limited di John Lydon) D’accordo, questa non è una recensione, non può esserlo, mancano completamente alcune premesse di base quali anonimato, assenza di qualsivoglia rapporto personale con il titolare dell’esercizio… Non è neppure una difesa d’ufficio motivata da alcune recensioni – lo sono queste? – lette tra l’orto e l’occaso, tra Google…

Di grandine e altri accidenti

Maltempo, 70 persone evacuate in Valcamonica: «Chiederemo lo stato di emergenza» di Lilina Golia […] «Il flagello bianco è arrivato da est, ha toccato terra poco dopo le 17 di martedì 11 giugno e in venti minuti ha vestito di bianco tutta la bassa Valle Camonica fino a Pisogne. A Darfo Boario e dintorni, un’ora di…

Recensisco anch’io? No, tu no.

crìtica s. f. [dal gr. κριτική (τέχνη) «arte del giudicare», femm. sostantivato dell’agg. κριτικός: v. critico1]. – 1. a. Facoltà intellettuale che rende capaci di esaminare e valutare gli uomini nel loro operato e il risultato o i risultati della loro attività per scegliere, selezionare, distinguere il vero dal falso, il certo dal probabile, il bello dal meno bello o dal brutto, il…

Cibo e vini da Visconti ad Ambivere

  Ammetto di conoscere poco, parlo naturalmente di ristorazione e produzione vinicola, la confinante provincia bergamasca, qualche piccolo miglioramento  nell’anno di East Lombardy ERG (2017), grazie alla figura di Silvia Tropea Montagnosi: resta esemplare nella mia memoria la sua estemporanea lezione sugli Scarpinòcc. Così ho colto al volo l’occasione offerta dalla presentazione di alcuni piatti del…

Ma che colpa abbiamo noi

    1966, sono passati più di cinquanta anni da quando i Rokes incidevano Che colpa abbiamo noi – testo del grande Mogol che ignora del tutto quello di Cheryl’s Going Home di Bob Lind, canzone di cui il pezzo dei Rokes è cover – divenuto in quegli anni sorta di inno generazionale.  Pare invece,…

That’s Garda, That’s Amore

Là era amore incondizionato, anche un poco eccessivo se vogliamo, concesso con magnanimità per ogni cosa rievocasse una Napoli da cartolina: la luna, la tarantella, l’immancabile pizza… Del resto cosa chiedere d’altro ad un ammiccante Dean Martin? Qui l’amore ha parametri diversi, lo si concede a ragion veduta come più volte ripete Luigi Caricato, oleologo…

Il malcelato sgomento del re-censore

Sono un re-censore di TripAdvisor, «Voglio visitare ogni luogo, provare nuovi sapori, scoprire le città in cui vivo e diventare il recensore #1 a Genova». Nessuno mi obbliga: è una mia libera scelta, probabilmente qualcosa di più, una meta, un ambito traguardo, altrimenti mi basterebbe, come a molti del resto, scrivere ogni tanto sul portale,…

I magnifici tre

Niente richiami cinefili per questa occasione, i magnifici tre del titolo sono altrettanti vini bresciani, lo dico con malcelato orgoglio visti anche alcune mie recenti, civili, discussioni sulla cucina bresciana, giudicata sorta di Cenerentola nel panorama delle tante cucine che compongono il variegato mosaico di quella nazionale. Pleonastico il dire che il mio pensiero, supportato…

Sua maestà plebea, La Trippa

Tutto parte da una serata, anzi da Questa sera si parla in dialetto, ciclo d’incontri nelle osterie camune dedicate alla lingua – alle lingue ché ogni luogo ne ha una diversa – delle comunità e della tradizione. Galeotta quella dell’11 dicembre presso l’Osteria Concarena in quel di Cerveno, tema Dalla terra alla cucina: prodotti, ricette…

Il Montenetto di Ivan

Mi sono chiesto se per me stendere oggi alcune righe su Ivan Bertolotti, contadino, ristoratore e viticoltore scomparso d’improvviso la sera di Natale, suonasse pretestuoso, il semplice desiderio di dare sfogo al mio voler fissare le cose scrivendone. No è stata la risposta, parlare di Ivan, per quanto poco lo conoscessi, ha il senso di…

Un sacco a pelo per la vita

Riprendere, anche solo per quest’unico post, il percorso di MadeinBrescia ha comunque un suo senso perché, indubbiamente, Un sacco a pelo per la vita fa parte a pieno titolo del «buono della provincia bresciana». Giunto al quarto anno cambia, come altre volte accaduto, il luogo, resta Adriano Liloni della Pegaso con la complicità di Gianmario Portesani,…

Una nuova vita per i Pèrsech dè Cobiàt

Non è sempre impresa facile mantenere in vita una tradizione, un elemento che conferisce identità a un luogo, a un territorio, basti pensare a come rapidamente cambi il mercato, sempre più globale,  i gusti delle persone, l’attenzione per la nostra stessa storia. Così è per la Festa della Pesca la cui prima edizione con lo…