The Grand Gelinaz! Shuffle Two (2) – Un giapponese sul lago di Garda

«Nel progetto di Andrea Petrini e Fulvio Pierangelini, gl’iniziatori, a trionfare è l’idea stessa di cucina come crogiolo di cibi, luogo deputato allo scambio e alla contaminazione, perché anche la tradizione più inveterata è il risultato di precedenti scambi radicati poi nel tempo.» Scrivo così nel breve articolo apparso sabato 12 novembre sulle pagine bresciane del…

Pegaso: del cavallo alato e del tempo ritrovato

Reduce dal bell’incontro con Valerio Massimo Visintin, l’occasione il parlare del suo Cuochi sull’orlo di una crisi di nervi per i tipi di Terre di Mezzo Editore, non potrei certo definire questo post una recensione, un corretto esercizio di critica gastronomica. Manca totalmente l’anonimato, anzi dichiaro pubblicamente, servisse, la mia amicizia nei confronti di Adriano…

Olio Extravergine Garda DOP Bresciano, (troppo) piccolo ma buono…

Poco prima dell’ultimo Vinitaly, che comprende anche SOL & Agrifood, in risposta a un’interrogazione del Consorzio Olio Garda DOP, sul no da parte della regione Lombardia all’erogazione di fondi per le attività d’informazione e promozione prevista dal Psr (Programma di sviluppo rurale) 2014-2020 arriva, firmata dall’Assessore all’agricoltura, la risposta in cui si legge testualmente che…

Nuovo viaggio in Valle Camonica

Sostengo che, visti i tempi, preferiamo essere rassicurati che sorpresi, formula con al suo interno una sorta di scusante – i tempi appunto – pronta all’uso. Sia mai che, un esempio, qualcuno c’inviti a bere un Franciacorta che non rechi sul vetro della bottiglia quelle 3/4 etichette in grado d’infonderci un senso di placida serenità,…

I Sovversivi del Gusto al loro 10° Raduno Nazionale

Suona un poco strano, lo scrivere di un evento quando dello stesso non si è neppure a metà. Eppure, complici la stanchezza del periodo e altri impegni, mi è parso naturale, quasi doveroso per certi versi. Saranno state le parole di Enzo Pagani, che più volte nel corso del primo pomeriggio dedicato al 10° Raduno…

L’Otten 2012 di San Michele

Ricordo bene la sorpresa, di cui rimasi consenziente vittima, all’assaggio del contenuto di quell’affusolata e misteriosa mezza bottiglia contrassegnata da una singola, e isolata, M: era l’omonimo vino, Marzemino in purezza appassito su graticci, realizzato per la prima volta con la vendemmia 2009 per poi ripetersi nel 2011 e nel 2015. Confessai senza ombra di…

La terza via (allo spiedo bresciano)

Mi era in qualche modo sfuggito il tempo per questo post sullo spiedo, occasione una serata voluta da Michele Valotti, cuoco e gestore della Madia di Brione, per celebrare attraverso una sua interpretazione il più simbolico piatto bresciano. Ma un appunto di Marino Marini – ancora suo a mio avviso uno dei più felici contributi…

Di gamberi e proprietà intellettuali.

«… qualora un ristoratore o cuoco inventi un piatto originale ed elaborato nessuno altro che l’inventore è autorizzato ad utilizzare la ricetta di conseguenza, prima che un anno sia passato, in modo tale che l’inventore abbia il diritto esclusivo di ricavare un profitto da esso all’interno del suddetto periodo, e questo in modo da indurre…

Cavalleri e l’Au Contraire

Guai a riflettere sui meccanismi che oggi regolano il rapporto tra il mondo del cibo, del vino e quello dei suoi descrittori: food blogger, giornalisti, recensori di TripAdvisor… Babele accennata in ordine rigorosamente alfabetico, sai mai scatenare l’ennesima, e un poco imbarazzante, querelle. Non lo farò certamente io, specie prima di dedicare alcune righe a…

Un saluto

Te ne sei andato sommessamente, quasi a non voler disturbare, coerente con i modi che avevo imparato a conoscere in questi tre anni o poco più. Portavi il mio stesso nome o, almeno, una parte: Carlos, con quel nome e con l’aiuto di Guillermo Arnaudo, avevi aperto nel 2013 un ristorante argentino un poco anonimo…

Dal report del 2015 a qualche idea per il 2016

Niente di nuovo sotto il sole, forse a giorni l’augurata pioggia – o neve – a lavare quest’aria carica d’inquinanti che ci assilla da settimane, con l’annuale Report puntualmente inviato da WordPress.com sul finire dell’anno. Un poco di cifre sin troppo lusinghiere per il poco tempo dedicato al blog, di conseguenza un doveroso grazie a…